Concime naturale per gerani

Concime naturale per gerani: le numerose alternative in grado di soddisfare il fabbisogno della terra madre di queste splendide piante da fiore. Vasi e terriccio, ma anche fertilizzanti naturali in grado di assicurare una fioritura rigogliosa e prevenire sia l’ingiallimento del fogliame che il proliferare di eventuali parassiti. 

Tutti amano i fiori, specialmente se resistenti agli agenti atmosferici e ai cambiamenti climatici stagionali. L’apporto estetico di questa tipologia di piante è in grado di “arredare” balconate e giardini, ancor più se associate a idee creative quali ad esempio il riutilizzo di dettagli quotidiani a scopo di abbellimento esterno (il cestino di una bici, o un vaso da interni adeguatamente riadattato a cornucopia floreale).

Il geranio in Italia vanta senz’altro un primato nazionale in quanto a utilizzo per la decorazione, grazie soprattutto alla sua ampia varietà di tipologie e colori, ma è anche piuttosto delicato, e prevede una cura particolare nella scelta di terreno, recipiente e concime adeguati alla sua crescita specifica.

Di quali nutrienti ha bisogno la piante di gerani?

Le piante da fiore richiedono un’attenzione ben determinata da parte di chi se ne occupa, vincolata ai micronutrienti necessari al migliore sviluppo di petali e fogliame. In quanto semplici elementi della nostra tavola periodica, alcuni di essi risulteranno gli stessi correlati alla crescita di altre categorie di arbusti o arboscelli, il che renderà più facile una coltura mista, nell’ambito per esempio di uno stesso giardino. I principali micronutrienti essenziali nella coltivazione dei gerani sono:

  1. Ferro
  2. Manganese
  3. Zinco
  4. Rame
  5. Boro
  6. Cloro
  7. Silicio
  8. Molibdeno

In stretta collaborazione con i micronutrienti esistono anche dei macronutrienti, altre sostanze che attivano il lussureggiare dei gerani e ne permettono una qualità estetica invidiabile. Nello specifico si tratta di:

  1. Azoto
  2. Fosforo
  3. Potassio

In assenza di essi, i fiori potrebbero non essere in grado di affrontare la siccità e il freddo, solo per citare alcune delle relative conseguenze, o potrebbero sviluppare fusti e foglie più fragili, contemporaneamente a una fioritura ridotta.

Una corretta analisi del terreno, associata alla conoscenza delle giuste proporzioni di micro e macronutrienti in esso presenti, agevolerà il migliore sviluppo arboreo possibile.

Il concime per gerani

Come molte piante appartenenti all’ecosistema terrestre, anche i gerani si nutrono attraverso le radici. Ma non basta: sono amanti del sole, per cui prediligono zone verdi semi ombreggiate o balconi esposti a est, perché la luce del mattino è particolarmente adeguata alla crescita della sua tipologia di fiore, mentre quella del pomeriggio rischia di danneggiarne il fogliame. Al di là di una corretta irrigazione, che prevede due somministrazioni di acqua al giorno (a superficie secca) durante l’estate e due a settimana durante l’inverno, una buona concimazione del terreno porterà risultati straordinari nel lussureggiare della pianta stessa.

Nell’ambito di questo articolo vi fornirò informazioni su uno dei fertilizzanti naturali più utilizzati in ambito privato, Bio-Bloom di BioBizz, award winner 2013 nella sua categoria, completamente biologico e adatto anche alle piante da frutto. Essendo ricco di minerali completamente naturali, micronutrienti, amminoacidi e ormoni di origine vegetale, Bio-Bloom risulta essere completo e ben bilanciato a livello di micro e macronutrienti necessari al corretto sviluppo del geranio in tutte le sue parti.

Il rapporto tra azoto, fosforo e potassio (NPK) presenti in questo prodotto naturale è di 2-7-4, di modo tale che l’azoto stesso non prevarichi le altre due sostanze compresenti nella miscela, “soffocando” la fioritura durante la crescita.

Bio Bloom incorpora inoltre una gamma di oligoelementi e ormoni di origine non chimica, e in più contiene una miscela accuratamente selezionata di enzimi e amminoacidi. Questa formulazione su misura lavora ai fini di rafforzare le piante, arricchire il terreno e collaborare con i microrganismi benefici per promuovere una produzione sana e vigorosa di fiori e frutti in modo completamente naturale, senza alcun bisogno di additivi.

Il vantaggio di un prodotto simile è quello di occuparsi di più piante diverse con la stessa efficacia, poiché la composizione dei fertilizzanti utili alla fioritura dei gerani è ad esempio all’incirca la medesima relativa a quella per la produzione dei pomodori o di altre piante da vaso.

Per tutte le informazioni additive potete consultare la scheda di prodotto qui allegata: “Concime naturale per gerani” https://www.coltivazioneindoor.it/biobizz-bio-bloom.html .

Si consiglia di prestare sempre una particolare attenzione alla composizione del fertilizzante scelto, di qualunque marca e varietà si tratti: la presenza dei corretti nutrienti farà si che le vostre colture non soffrano, e vi diano di giorno in giorno le soddisfazioni che sperate.

Come concimare i gerani:

Per un corretto utilizzo del concime naturale in questione il primo utilizzo dovrebbe avvenire quando i gerani iniziano a mostrare i primi segni del proprio ingresso nella fase di sviluppo della fioritura. Sarebbe inoltre opportuno smettere di somministrare concime alle proprie piante da fiore durante i periodi più caldi, in modo tale da consentire loro la possibilità di rinvigorire senza troppe stimolazioni accessorie.

Per quel che riguarda il dosaggio:

In fase di fioritura: Diluire 1 ml di fertilizzante liquido per ogni litro di acqua somministrato al geranio, da bagnarsi ogni 12 ore per una settimana. Raddoppiare la dose per le successive due settimane, poi portarla a 3 ml per un altro mese intero, infine passare a 4 ml dalla 7’ alla 10’ settimana di fioritura.

Per garantirne uno sviluppo ideale, il geranio andrebbe infine coltivato in vasi di terracotta che ne agevolino la respirazione, possibilmente sempre proporzionati alle dimensioni della pianta, via via da sostituirsi con dei modelli di diametro più grande, di primavera precedente in primavera successiva.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *