Concime naturale per prato

Per avere un prato sempre sempre florido e verdeggiante, la concimazione è un’operazione semplicemente fondamentale. Certo, anche scegliere l’erba giusta è estremamente importante, ma per la manutenzione bisogna assicurare al proprio manto erboso una concimazione che assicuri al terreno l’apporto di elementi nutritivi che reintegrino quelli che con il decorrere del tempo il terreno perde naturalmente.

“Avere cura” è dunque il segreto per mantenere un prato rigoglioso. Il manto erboso, rispetto ad altre colture, necessita infatti di maggiori concimazioni. Questo perché le rasature, che in alcuni periodi dell’anno di intensa vegetazione vanno eseguite circa ogni dieci giorni, impoveriscono il terreno dai nutrienti necessari per la ricrescita giusta. Per evitare brutte sorprese è quindi determinate l’apporto del concime naturale. Ma è importante sapere anche che per far assumere al prato la giusta quantità di nutrienti bisogna tenere in considerazioni diversi fattori, come il periodo dell’anno, la quantità di elementi necessari al sostentamento e la buona distribuzione sull’intero manto erboso.

Quando e quali elementi

Come già detto in precedenza i concimi servono a reintegrare i nutrienti di cui l’erba abbisogna nei diversi periodi dell’anno. Tra questi particolare attenzione va data ai sali minerali, determinanti per la vita dell’erba. Ma, entrando nello specifico, sono tre i macroelementi di cui si nutre il prato oltre a diversi microelementi come ferro, magnesio, calcio e altri:

  1. L’Azoto (N): elemento decisivo in quanto stimolante per la vegetazione.
  2. Il Potassio (K): che ha la peculiarità di fortificare le radici.
  3. Il Fosforo (P): necessario solo in piccole quantità per ciò che interessa l’erba.

Missare nella giusta maniera questi tre elementi è fondamentale. Una sbagliata tipologia di NPK potrebbe essere inutile se non addirittura dannosa per il vostro prato, quindi è assai importante verificare i giusti parametri nei giusti periodi. I periodi si possono suddividere ancora una volta in tre categorie.

  1. Primavera: stagione in cui il prato si sveglia dal riposo vegetativo ed ha bisogno un buon quantitativo di stimolante, dunque di Azoto.
  2. Estate: stagione in cui l’erba rallenta a causa del caldo, quindi sarà necessario un apporto maggiore di Potassio e minore di Azoto.
  3. Autunno: in questa stagione il prato si prepara all’inverno, dunque è necessario dare al manto erboso concime granulare (che possiede la caratteristica di essere a lenta cessione, quindi perfetta per affrontare l’inverno) con tutti e tre i nutrienti per far sopportare il freddo al terreno.

Tecniche per concimare il prato

Per far assorbire in maniera omogenea il concime è opportuno prima di concimare fare un intervento di arieggiatura dell’intero manto erboso, per migliorare lo strato superficiale rendendolo permeabile e migliorando l’ossigenazione delle radici. È molto importante per la concimazione eseguire ogni movimento in maniera uniforme senza lasciare vuoti o esagerare in alcune parti del giardino.

I migliori concimi naturali

concimi naturali permettono di nutrire al meglio le vostre piante quando hanno necessità di acquisire sostanze per ritornare a crescere.

Quali sono i concimi naturali migliori? Nella orticoltura viene utilizzata la borlanda (che contiene azoto e potassio di origine organica e sostanze naturali), mentre per i giardini è consigliabile la cornunghia, un concime ottenuto dall’essiccazione di corna e zoccoli di animali come i bovini. Questo concime naturale viene scelto con grande frequenza perché oltre a migliorare la struttura del terreno è in grado di sviluppare l’insediamento di micro-organismi utili per il potenziamento del suolo stesso.

Il concime naturale per eccellenza, però, è il compost, che, come ho già scritto in un precedente articolo #link con articolo su come fare il compost#, è un’attività che si può svolgere direttamente a casa propria grazie alla raccolta differenziata e al riciclo dei rifiuti (in questo caso organici). In questo modo si potrà avere un giardino rigoglioso, verde e di cui poter andare orgogliosi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *